UFC 228: Woodley vs Till, i risultati dei match

La scorsa notte si è svolto l’evento UFC 228: Woodley vs Till, nel quale il campione dei welter si è riconfermato sottomettendo il ragazzo di Liverpool.
Riportati qui sotto i risultati degli incontri.

Main card

  1. Main event: Tyron Woodley batte Darren Till via submission (D’arce choke), al minuto 0:41 del secondo round. Performance of the night. Woodley difende la cintura.
  2. Co-main event: Jessica Andrade batte Karolina Kowalkievicz via KO(pugni) , al minuto 3:05 del primo round. Performance of the night.
  3. Zabit Magomedsharipov batte Brandon Davis via submission (kneebar), al minuto 1:14 del secondo round.
  4. Jimmie Rivera batte John Dodson via unanimous decision (30-27 ; 30-27 ; 30-27).
  5. Abdul Razak Alhassan batte Niko Price via KO(pugni), al minuto 0:43 del primo round.

Prelims

  1. Tatiana Suarez batte Carla Esparza via TKO, al minuto 4:33 del terzo round.
  2. Aljamain Sterling batte Cody Stamann via submission(kneebar), al minuto 3:42 del terzo round.
  3. Geoff Neal batte Frank Camacho via KO, al minuto 1:23 del secondo round.
  4. Darren Stewart batte Charles Byrd via TKO, al minuto 2:17 del secondo round.

Early prelims

  1. Diego Sanchez batte Craig White via unanimous decision (30-27 ; 30-27 ; 30-27).
  2. Jim Miller batte Alex White via submission(rare naked choke), al minuto 1:29 del primo round.
  3. Irene Aldana batte lucie pudilova via split decision (29-28 ; 28-29 ; 29-28).
  4. Jarred Brookes batte Roberto Sanchez via split decision (29-28 ; 28-29 ; 29-28).

Questi i risultati di una card interessante che ha regalato esiti molto importanti. A breve verrà pubblicato un articolo con analisi, statistiche e commenti relativi agli incontri della main card.

Sapore di sfida titolata

Sabato notte grande evento UFC, due titoli on the line: nella categoria maschile pesi welter Tyron Woodley mette in palio la cintura contro Darren Till, mentre nella flyweight division delle WMMA Valentina Sevchenko sfida la campionessa Nicco Montano. Durante la serata, però, assisteremo anche ad altri match sulla carta molto interessanti, tra i quali il più caldo è sicuramente quello tra Jessica Andrade e Karolina Kowalkiewizc.

Nella categoria women’s strawweight, infatti, dopo che Joanna Jędrzejczyk ha perso la cintura e fallito la rivincita, l’attuale campionessa Rose Namajunas si trova senza una sfidante definita. L’incontro di Sabato notte tra la n.3 e la n.5 nei ranking della divisione designerà quindi, quasi sicuramente, la nuova contendente al titolo, così come suggerito dalla stessa Kowalkiewizc nel Poland’s MMANews.pl : “I think this fight against Jessica Andrade will be a title eliminator, not only do I think this way, but also the rest of the world.”

Statisticamente il match appare potenzialmente molto avvincente. L’Andrade è una pressure fighter, molto aggressiva nell’ottagono, tende sempre a condurre il gioco in fase offensiva, puntando sulla forza dei suoi pugni. Nel contempo, però, quando la battaglia si sposta al suolo è in grado di sfoderare un livello di JJ molto elevato (si ricordi che è una cintura marrone di BJJ).

Viene da una serie positiva di due vittorie, in seguito alla sconfitta ai punti contro l’ex campionessa, incontro durante il quale dimostrò comunque di essere una fighter molto solida, pronta a combattere a viso aperto, soffrendo ,però, il vantaggio nell’allungo e in altezza dell’avversaria, che la portarono a incassare un maggior numero di colpi.

Karolina Kowalkiewizc è un atleta cresciuta nella Muay Thai, questo rende particolarmente interessante e completo il suo striking. È solita a mantenere il match in piedi, attendendo la tempistica ottimale per accorciare la distanza e minare l’avversaria con ginocchiate e gomitate. Nonostante ciò negli ultimi incontri ha dimostrato discrete abilità anche nel grappling e di sapersela cavare pure a terra.

La giovane atleta polacca ha un attuale record in UFC 5 vittorie e 2 sconfitte, senza alcuna finalizzazione prima del limite. Pur quindi, avendo già raggiunto importanti traguardi nelle MMA, un risultato positivo nel prossimo incontro sarebbe sicuramente un passo decisivo che le consentirebbe di affermarsi definitivamente. Si prospetta quindi uno scontro elettrizzante e un banco di prova fondamentale per le due fighters, che in quel di Dallas non si tireranno di certo indietro l’una ai colpi dell’altra, assaporando già la possibilità di sfidare la Namajunas per il titolo.